Cerca nel blog

martedì 30 marzo 2010

Bambini Morti per età

Bambini Morti per età in Gravellona

"per la consultazione di questo argomento lasciare un messaggio nella casella e-mail del blog grazie"


Riparatore di Biciclette

Masini Franco
Riparatore di Biciclette







venerdì 26 marzo 2010

giovedì 25 marzo 2010

Roggia Fontana Taverna


Alcune foto della Roggia Fontana Taverna Ghiacciata




Antica foto della Cascina Nidasio

martedì 23 marzo 2010

Il Peso Pubblico

Il Peso Pubblico
"oramai non è più in uso rimane soltanto il casotto in sua testimonianza"


Il Casotto dei Campari

Il Casotto dei Campari


lunedì 22 marzo 2010

venerdì 19 marzo 2010

Latteria di Gravellona

La latteria di Gravellona Lomellina

+





Chiesa di Sant Eustacchio

Chiesa di Sant Eustacchio
Patrono dei Cacciatori


La Frazione del comune di Gravellona Lomellina



interno della Chiesa


Le mondine di Gravellona Lomellina

Le mondine di Gravellona Lomellina





mercoledì 17 marzo 2010

La cappella di San Rocco




La cappella di S. ROCCO posta ai fini del paese e come tale veniva venerato come protettore
della peste per questo motivo questi santi venivano messi a dimora stabile con cappellette a protezione della cominita’ locale gia’ se ne parlava di questa cappella nel lontano 1596 quando il vescovo di NOVARA S.ECCELL. BESCAPE’ diede ordine di tenerla in ordine e fare delle modifiche








IL CIRCUITO MOTOCICLISTICO DI GRAVELLONA LOMELLINA



GRAVELLONA LOMELLINA ANNO 1952

NELL’ANNO 1951 SI CORREVA SU UN CIRCUITO DI PAESE A BORGO LAVEZZARO UN PAESE VICINO AL NOSTRO, NELLA PROVINCIA DI NOVARA: UN PAESE DI CONFINE COME PURE GRAVELLONA LOMELLINA FRA LOMBARDIA E PIEMONTE. QUI IL SIG. BELLAZZI DOMENICO APPASSiONATO DI MOTO SI RECO’ A VEDERE LA COMPETIZIONE NE RIMASE ENTUSIASTA AL PUNTO DI PORTARE TALE MANIFESTAZIONE ALLA CONOSCENZA DA VICINO AI GRAVELLONESI SUOI COABITANTI, CERCO’ VOLONTARI PER I LAVORI LI TROVO’, PRESE ACCORDI CON IL MOTOCLAB TICINESE RESPONSABILE DI TUTTE LE GARE SPORTIVE NEL SETTORE DEI CIRCUITI CITTADINI E COSI’ COMINCIO’ A LAVORARE PER PREPARARE LA COMPETIZIONE MOTORISTICA.
ANNO 1953

QUESTO E L’ANNO IN CUI SI VERIFICO’ IL PROGETTTO STUDIATO ANZITEMPO: RISPOSERO ALL’APPELLO CIRCA 40 MOTOCICLISTI, TRA CUI RUCORDIAMO; I SIG .MEREGHETTI, GILBERTO MILANI, RIZZITELLI, TOFANO, MARANI. AL SUO DEBUTTO COME PRIMA STAGIONE DI GARE NELLA CATEGORIA DEI 2 TEMPI SI RICORDAVA IL SIG. ERNESTO BRAMBILLA IN SELLA AI FAMOSI . NON AVENDO UNA LISTA COMPLETA DEI PARTECIPANTI IL MIO SALUTO A TUTTI QUEI CENTAURI DIMENTICATI INVOLONTARIAMENTE, CHE LEGGENDO QUESTE RIGHE NON VI TROVASSERO IL LORO NOME.



TIPO DI CATEGORIA E DI CILINDRATA

LE MARCHEDI MOTO PARTEICPANTI ERANO: CLASSE 75 LAVERDA, CAPRIOLO, E CECCATO. CATEGORIA SUPERIORE CLASSE 125 RUMI, BENELLI, GILERA LE PIU’ PRESTIGIOSE CLASSE 175 MONDIAL, PARILLA, GILERA, DISCO VOLANTE M.V




Chiesa della madonna di San Zeno



CHIESA CAMPESTRE DI SAN ZENO "SANTUARIO MARIANO"


Chiesa Campestre di San Zeno "Santuario Mariano"

Di questa Chiesa si hanno le prime notizie attorno al 1347 costruita a pochi passi dal confine col Piemonte, dedicata a San Zeno protettore anche lui contro la peste. Si fa curiosa questa locazione di Chiese e Cappelle poste ai confini a protezione contro il morbo della peste di questa chiesa ne parla la grande devozione dei fedeli con ringraziamenti per miracoli ricevuti sotto il suo nome. In seguito il beneficio cambia e viene intitolata alla Madonna di San Zeno il quale ancora oggi è meta di devozione dei locali la sua festa è nella prima quindicina di settembre esattamente l'otto settembre.

Alcuni Miracoli


OGGI, 6 D'APRILE DI QUEST'ANNO 1714, RACCONTO' A ME PREPOSITO OMODEO GIOVAN
BATTISTA CAVALAZZO FIGLIO DI DOMENICO, AVER CONOSCIUTO DA PICCOLO UN TAL
MONTANARO CHE RIMASTO VEDOVO CON UNA FIGLIA CIECA PER DEVOZIONE FECE L'EREMITA
COL CUSTODIRE DETTO ORATORIO DI S.ZENO PRESSO IL QUALE ASSERIVA AVER EGLI
VEDUTO DA GIOVINOTTO QUANDO SCATORIVA (SCATURIVA) OLIO DA UN SASSO SOTTO AI PIEDI DELLA MIRACOLOSA VERGINE DELLA CONCEZIONE DI MARIA CONCEPITA IMMACOLATA DIETRO L'ALTARE ANTICAMENTE DEPINTA NEL MEDESIMO IL QUAL SASSO SI STIMA SIA QUEL BIANCO FATTO METTERE DA ME SUD.O PREPOSITO OMODEO QUANDO ORDINAI CHE SI CONSTRUISSE ( SI RIFACESSE ) IL VOLTO PRESENTE DI NUOVO PER RENDERLE QUALCHE PROSPETTIVA MAGGIORE IN TALE ORATORIO .

II- ANNO 1712 (MARZO) - GUARIGIONE DI UN EPILETTICO

L'ANNO 1712 DEL MESE DI MARZO PER INTECESSIONE DI DETTA MIRACOLOSA VERGINE
IMMACOLATA DI DETTO ORATORIO DI S.ZENO FU LIBERATO DAL MAL CADUCO PAULO ANTONIO
FIGLIO DI MISSIER (SIGNOR) FIONIGIO, OSTE E TAVERNIERE DI QUESTO BORGO DI
GRAVELLONA D'ANNI 12 IN CIRCA DI FACCIA LONGA, CAPELLI ROSSI, COME ATTESTO IL
MEDESIMO A ME SUDDETTO PREPOSITO OMODEO ALLA PRESENZA DE SUDDETTO CAVALAZI,
E SI COME PER L'ADDIETRO ERA SEMPRE FACILMENTE DEBOLE DI MEMORIA FIACO DI COMPLESSIONE IMPROVVISAMENTE GUARITO E DIVENUTO FORTE DI COMPLESSIONE DI BUONA MEMORIA E DI MAGNANIMO SPIRITO .




martedì 16 marzo 2010

IL CONVENTO DI SAN LINO "ora chiesa sconsacrata"




IL CONVENTO DI SAN LINO

ora chiesa sconsacratra


CONVENTO DI SAN LINO PAPA


Insicura la data di erezione del Convento e chiesa ma da alcuni documenti si parla di fine 1500 essa aveva n.5 Altari. A reggere il beneficio erano i Frati Agostiniani Scalzi, con le sue tre navate era a capacità di Popolo. I Frati avevano l'obbligo di istruire il popolo e di portare la Catechesi nelle cascine limitrofe al paese da questa convenzione datata 05-03-1609 fatta col comune di Gravellona vi era l'Obbligo di celebrare una messa festiva alla Chiesa di Sant Eustacchio alla Fraz. Barbavara.

*San Lino era il primo successore di San Pietro questo Papa ordinò che le donne si coprissero il capo con una sorta di velo prima di accedere all'interno di qualsiasi Chiesa*




CULTO REGOLARI FRATI AGOSTINIANI GAVELLONA


LIBERTA' EGUALIANZA
CITTADINI AMMINISTRATORI DELL'AGOGNA.

TROVANDOSI IL CONVENTO DEI FRATI AGOSTINIANI DI SAN LINO DI GRAVELLONA PROVINCIA
DI VIGEVANO SOTTOPOSTO ALL'ALLOGGIO PRESENTE MILITARE(VOGLIA DITE ALLI SOLDATI
NELLE SPESE)PER ESSERE ASSOLUTAMENTE INPOTENTE A SODDISFARE IL COMPIMENTO
DELLE TASSE E DELLE IMPOSTE(COME PUO' FAR TESTIMONIANZA TUTTO IL POPOLO QUAL
SE LO STATO ESTREMAMENTE MISERIALE DEL DETTO CONVENTO)SUPPLICA CODESTO DIPARTIMENTO DI TALE AMMINISTRAZIONE DI AVVISARE LA MUNICIPALITA' DI GRAVELLONA ACCIO' QUESTA FACCIA SOSPENDERE L'ALLOGGIO SIN A TANTO CHE IL SUDDETTO CONVENTO ATTERGA DAL COMITATO DI GOVERNO DI MILANO ONDE PERMETTA L'ALIENAZIONE DI QUALCHE STABILE O TROVI ALTRO MEZZO PER CUI IL CONVENTO POSSA SODDISFARE QUANTO SOPRA.
SALUTE E CONSIDERAZIONE
NOVARA 19 TRINAIRE
ANNO IX REPUBBLICANO
IL CITTADINO PRIORE
CARLO ABERGANTI
AGOSTINIANO.

IL CONVENTO DI SAN LINO DI GRAVELLONA PROVINCIA DI VIGEVANO CHIEDE DI FAR SOSPENDERRE INTERINALMENTE IL COMPIMENTO DELLE TASSE SIA A TANTO CHE SI ATTERGA DEL COMITATO DI GOVERNO DI MILANO PROVVIDENZA N.356.
PRESENTATO LI 21 TRIMEN 9 ANNO Q.REGIO IN FINALE.
SI INVITI LA MUNICIPALITA' DI GRAVELLONA A FAR SOSPENDERE L'ALLOGGIO MILITARE
SPEDITA SULLE SPESE DEL CONVENTO DI SAN LINO E CIO' PENDENTE SI RITORCERA'
DI QUESTA DECADE PER LA SOPRA E DEBITARVI AL PAGAMENTO.
CORBELLANI PEL PREFETTO


SQUADRA DI CALCIO DEL GRAVELLONA





LA PRIMA SQUADRA DI CALCIO DI GRAVELLONA di DON BRUNELLI








La Frazione Barbavara




La Frazione BARBAVARA


FRAZIONE BARBAVARA - PIAZZALE -

Un'antica Cartolina rappresentante il piazzale di Barbavara con l'unico Bar presente nell'epoca attuale






FRAZIONE BARBAVARA - INTERNO DELLA CHIESA -

Un'antica cartolina dell'interno della chiesa di Sant Eustacchio




FRAZIONE BARBAVARA - VIA MONTE GRAPPA -

Un'antica Cartolina rappresentante via Monte Grappa sull'edificio vi è presente questa frase:

( Bisogna essere forti,Bisogna essere sempre più forti)





FRAZIONE BARBAVARA - VIA PRINCIPALE -

Un'antica cartolina rappresentante la via principale della frazione




FRAZIONE BARBAVARA - SCUOLA COMUNALE -

Un'antica Cartolina rappresentante la ex-scuola comunale ora invece adibita ad abitazione





Lettori fissi